Tag: ristrutturazone

…e dopo molto tempo…

15

Torno da voi, dopo tanto tempo, con un bagno completato e la vita stravolta.

E’ stato un percorso lungo e intenso , quello che mi ha portata qui.

Sono una donna nuova.

Ho un nuovo bagno.

E fra pochi mesi non sarà più il mio bagno perché io, il marito e il tatino cambiamo casa…

Nuovi lavori si prospettano!

Intanto ecco finalmente per voi il ‘dopo’ del mio bagno. I lavori sono durati poche settimane ma per mettere qualche foto ho atteso vari mesi… anni!?!?!?

OPS!

Scusate!

:)

2In primo piano la parete di pietra recuperata, risalente alla fine del 1800, triplo strato di tufo in blocchi e doppia fila di mattoni.

L’abbiamo trattata con due prodotti #mapei : uno per proteggerla dalle muffe, spruzzato n più riprese sulla superficie pulita, ed un altro per evitare che la polvere si depositasse. Dopo quasi due anni di utilizzo posso dire che la parete è perfetta e non richiede alcuna particolare manutenzione. Mapei eccellente!

A soffitto lampadario a cristalli, direttamente dalla casa della nonna. Perché evviva il moderno, ma i pezzi vintage hanno sempre il loro perché.

15

Sanitari e lavabo hanno linee semplici e moderne.

Nella prima parte di bagno ho ricavato un armadio a muro che accoglie lavatrice, asciugatrice, attrezzatura da stiro, prodotti per le pulizie e chi più ne ha più ne metta!

90 cm super comodi!

Che ve ne pare?

Prima e dopo: ristrutturare il bagno…

Lo scorso gennaio ho guardato negli occhi mio marito e gli ho detto: ‘O ristrutturiamo il bagno ora o non lo faremo mai più’.

Quando mi sono trasferita nella casa dove abitiamo, ho fatto solo i lavori strettamente necessari e mi sono subito trasferita.

Il bagno non era fra questi.

Obiettivi: sostituire la vasca con la doccia e creare un armadio/lavanderia all’ingresso, oltre ad eliminare le orribili piastrelle marroni scelte negli anni ’70.

Abbiamo così iniziato a girare i rivenditori di ceramiche e sanitari per trovare una soluzione con un buon rapporto di qualità, design e prezzo.

Ecco il bagno PRIMA…


bagno 001

bagno 007

bagno 003

bagno 006

Sabato finalmente abbiamo iniziato le demolizioni. In una giornata sono scomparsi la vasca, i sanitari e le piastrelle…

bagno 008

Ma la grande sorpresa è stata la parete di destra!

Una parete divisoria risalente all’origine del palazzo (fine 1800) completamente in tufo laziale: tre grandi blocchi e due ricorsi di mattoni e così via.

bagno 014

bagno 013

Per me è stata una grande emozione. Un incontro con la storia.

E’ proprio vero che chi cerca trova ma chi non cerca… a volte trova dei veri tesori!!

Dopo lunghe (e difficili) riflessioni abbiamo deciso che la lasceremo a vista.

Era già previsto che su quella parete non ci fossero i sanitari, naturalmente la tratteremo con dei prodotti appositi, traspiranti e non siliconici, per evitare che si impregni di acqua ed umidità formando muffe oppure che sfarini.

Io riesco già ad immaginare il risultato finale, voi?

A presto con il DOPO!!

 

 

[Top]

Prima e dopo in bagno: dalla vasca alla doccia

Ancora bagni!?!?

Ebbene sì, miei cari!

Il bagno è probabilmente l’ambiente di una casa più soggetto ad essere modificato, rivisto, rifatto, rimaneggiato e chi più RI, più ne metta!

Oggi vorrei farvi vedere come organizzare un bagno della tipologia più comune: il classico bagno con vasca.

Si sa che le nostre nonne amavano farsi il bagno: immerse nell’acqua calda, una volta a settimana, si godevano il profumo del sapone di Marsiglia e dell’acqua di rose.

Beh, senza arrivare alle nonne: anche io lo adoro!

Ma siamo onesti: oggi come oggi quanti di noi riescono a farsi un bagno rilassante? Spesso il bagno in casa è solo uno e a quel punto… meglio la pratica e comoda doccia!

 

I clienti di questi due bagni avevano proprio questa richiesta: sostituire la vasca con la doccia.

Nel primo caso il bagno era anche la stanza della lavatrice: si è deciso di creare una zona per la lavanderia all’ingresso, che funzionasse anche da antibagno.

 

PRIMA

C:1_Laurenzablog Model (1

DOPO

C:1_Laurenzablog Model (1

Nel secondo caso era appena arrivato un bebè: abbiamo trovato così posto per il fasciatoio (che un domani sarà sostituito da un bel mobile capiente per la biancheria di casa)

PRIMA

C:1_Laurenzablog Model (1

DOPO

C:1_Laurenzablog Model (1

 

E voi? Vasca o doccia?

 

 

[Top]

Stile scandinavo: come lo riconosco?

Buongiorno amici!

Splende il sole su Roma (quando ne ha voglia, s’intende!) , il cielo è terso (a minuti alterni) , H&M home ha aperto le spedizioni verso l’Italia (poveri noi!) e il lavoro è ripreso a pieno ritmo!

 

Si riparte insomma! Ed eccomi qui, per entrare insieme nel fantastico mondo delle nostre case!

 

Negli ultimi tempi ho più volte avuto modo di notare come coloro che sono sempre in prima linea nell’arredamento della casa (riviste, blogger, architetti..) stiano abbracciando lo stile scandinavo con sempre maggior convinzione.

Prima di tutto : come riconosciamo lo stile scandinavo?

Ecco alcune foto che possono guidarci:

scandinavo è

 ikea_busunge_cassettiera

Cassettiera Busunge – Ikea

 colori pastello

PaimioBYalvaraalto

Paimio by Alvar Aalto

 legno , forme arrotondate e curve sinuose

ikea_ps_panca

  Panca Ps 2014 – Ikea

strutture portanti in vista, linee pulite,  geometriche e funzionali

H&M_home_basic

  collezione basic H&M home

restBYanderssen&vollPERmuuto

Divano Rest by Anderssen & Voll per Muuto

tessuti naturali

Lo stile scandinavo nasce nel periodo fra le due Grandi Guerre, in Europa. L’Industrializzazione è ormai una realtà consolidata ed i designer, soprattutto quelli del Nord, vogliono sperimentare, estremizzare le potenzialità delle macchine, creare prodotti nuovi che escano dalle loro idee e diventino vivi grazie alle macchine.

Si punta sulla ‘produzione di massa’: non è più l’artigiano a realizzare gli oggetti. Si perde qualcosa , certo , ma si guadagna qualcos’altro : tutti hanno accesso alle opere di design che sono sempre meno costose e sempre più diffuse.

I designer mettono in evidenza la struttura  e cercano di far esprimere al materiale se stesso trovando la forma perfetta per lui.

A seguito della Seconda Guerra Mondiale molti progettisti tedeschi e scandinavi emigreranno in America principalmente, fondando alcune fra le scuole più famose di sempre.

Altri resteranno in Europa, con le case ricolme delle loro opere e gli occhi pieni di sogni e immagini di nuovi emozionanti progetti.

 

Oggi lo stile scandinavo trova in Italia un grande entusiasmo ad attenderlo.

Nel catalogo Ikea lo stile scandinavo era già presente da un po’, ma di nicchia. Ora si è affacciato con prepotenza.

 

ikea_ps_fodera

 Fodera Ps – Ikea

ikea_stool

 Sgabello Frosta – Ikea

ikea_ps_poltrona

 Poltrona Ps 2014- Ikea

 Anche Maison du Monde segue questa tendenzamaisonDuMonde

  Maison du Monde

 H&M home ne era colma già durante la mia breve visita a Copenaghen

H&M_home_chevron

cuscini chevron – H&M home

H&M_home_vasivetro

 vasi in vetro H&M home

 E alcuni pezzi non sono mai passati di moda

C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Il meglio per me? Alcuni classici intramontabili

mademoiselleBYilmariTapiovaara

Mademoiselle by Ylvari Tapiovaara

tavolinoBYalvaraalto

tavolino by Alvar Aalto

sediaaalto66BYalvaraalto

sedia 66 by Alvar Aalto

Lo scandinavo affianca il vintage e il moderno, usa i celesti e i verdi al posto del rosso e si impone sul mimetico affiancando il neutro.

Praticamente intramontabile.

 

E voi? Che ne pensate?

Lo avete già in casa o pensate di introdurlo? 

[Top]

Mille grazie

Quello di oggi è un è post piccolo piccolo nell’ aspetto (poche righe) ma grande grande (nel cuore).

Sono stata lontana dal blog per un pò, prima assorbita dal lavoro e poi dalle ferie.

Sono tornata e il mio primo post serve a ringraziarvi.

Sì, proprio voi, che mi leggete.

Che mi supportate e mi invogliate a continuare in questo percorso.

F:Matrimonio_Cillapartecipazioni_CeciAle Model (1

A Manuela, che per prima ha creduto in questo progetto e nelle rubriche del giovedì. Sei un’Artista, un’Artigiana incredibilmente dotata e cocciuta, lo sai, vero?

A Valentina, che mi ha permesso di raccontarvi della Sua Caterina su queste pagine e non smette mai di farmi sentire speciale per i miei post e a suo marito Luigi, che mi aiuta così tanto nella ‘messa in onda’ e nelle mie idiosincrasie ansiose. Siete unici.

A Sara, che mi ha sempre appoggiata e sostenuta ed ha realizzato la grafica del titolo di Ingegnamo : hai un talento eccezionale, i tuoi lavori sono dotati di una grazia che toglie il fiato. Sono davvero onorata di averne un pezzetto di te qui sul blog.

A tutti Voi che leggete e scrivete e mi chiedete consiglio. Sono felice e fiera di entrare nelle vostre case, nelle vostre vite e nei vostri progetti.

Essere una blogger lavorando contemporaneamente a tempo pieno è davvero dura. Ma ne vale la pena: ogni volta che leggo i vostri commenti sotto i miei post. Ogni volta che qualcuno mi conosce e mi chiede: ‘ Ma allora sei tu Ingegnamo!?!?!’

A giovedì, col prossimo post!

[Top]

Caterina è pronta!

Ogni avventura ha un inizio.

Ma purtroppo anche una fine.

I lavori in una casa in realtà non finiscono mai ed è per questo che oggi posso dire con orgoglio che ……………… Caterina è PRONTA!!!

Mancano alcune mostre, le zanzariere, le griglie del condizionamento, la cucina sarà consegnata a breve e lo stesso dicasi del box doccia…………………………….. ma ci siamo!!

Oggi Valentina e Luigi sono entrati in casa!!!

Volete venire anche voi a dare un’occhiata assieme a loro?

BENVENUTI!!!

parquet

Una promessa è una promessa: in perfetto stile Gemelli in Affari avevo garantito ai proprietari che le mele verdi non sarebbero potute mancare al primo ingresso in casa! Eccole qui, in tutto il loro splendore! Peccato manchino quasi tutti gli altri mobili…. ma ci sarà modo di rimediare!

vl_bis 008

mele

In cucina un super frigo è per ora il padrone incontrastato… Non è detta comunque l’ultima parola!! Arriverà anche la cucina vera e propria!!

vl_bis 051

vl_bis 060

vl_bis 021

cucina

Una parete è stata trattata con vernice color lavagna. Verrà posizionato qui un piccolo bancone snack con sgabelli… io me lo immagini in legno di recupero…

Fuori si intravede il terrazzino delle erbe aromatiche, delle colazioni romantiche e … dei piccioni!!

parete lavagna

vl 015

vl 019

Il bagno padronale è quasi completo: domani si monta il box doccia! 

vl_bis 031

vl_bis 030

vl_bis 055

vl 008

 

Qualche scorcio del soggiorno… enorme e regale! Ho gli occhi a cuoricino!!

vl_bis 024

vl_bis 012

vl_bis 011

vl_bis 015

vl_bis 016

vl_bis 023

vl_bis 010

vl_bis 040

vl 010

vl 007

vl 013

vl 014

vl 004

vl 013

Corridoi che conducono da qualche parte, corridoi per stare, corridoi per riporre, corridoio per lavanderia, corridoi…

vl_bis 026

vl_bis 052

vl_bis 056

vl 012

Il secondo bagno, regno incontrastato delle Mutina…

vl_bis 053

vl_bis 029

vl_bis 027

vl_bis 028

vl_bis 054Infine le alcove.

Quella del giorno: il terrazzino privato

vl 025

vl 024

vl 026

…e quella della notte: la camera da letto

vl 021

vl_bis 059

vl_bis 032

vl 020

vl_bis 057

Una dolce notte a tutti voi….

 

 

 

 

 

[Top]

PRIMA & DOPO : Caterina dall’estetista

Come sapete la nostra amata Caterina è quasi completa.

Entro pochi giorni i suoi proprietari potranno varcare le sue mura e divertirsi a personalizzarla con tutti i loro libri, gli oggetti, i libri, i cuscini … Ho già accennato ai libri!?!?!?

Ovviamente la domanda che si fanno è la stessa di una coppia di genitori prossimi al parto : come sarà?

 

Grazie alla mitica Michi, di recente mi sono accorta che non vi ho mai fatto vedere quale sarà l’aspetto di Caterina una volta completa.

 

Oggi vorrei mostravi com’era e come, passando per le mie mani e le loro esigenze, diventerà.

Curiosi?

Ecco innanzitutto il PRIMA: una casa luminosa e molto spaziosa, con una delle peggiori cucine che io abbia mai visto, fatta ad L e con piastrelle tremende. Un ingresso buio ma ampio, un ripostiglio, il bagno e tante stanze di media grandezza, ma nessuna ‘speciale’.

C:�1_Laurenzaprovvisorio LaurenzaValentina&LuigicomputoDise

Ecco, le stanze erano ciò che più mi dava prurito. Ma come! Una casa così grande e tante camere stile hotel? Dove sono l’Aria, lo Spazio, la Luce!!! Perdinci!

Bisognava rimboccarsi le maniche!

Prese le misure, valutati gli spazi, ho voluto incontrare i proprietari e sottoporli ad una vera e propria intervista: quali esigenze hanno? Che spazi immaginano? Come vivranno la casa?

Non sono metaforica: sono un ingegnere!! Ho preso appunti sul questionario che avevo appositamente predisposto! (altro…)

[Top]

Giorni febbrili: ultima settimana di lavori

Siamo quasi giunti.

PANT, PANT….

 

La meta è vicina.

PANT, PANT…

 

Vedo la folla, le bandierine!!

Corro corro corro….

Sudata, stanchissima, ma corro… perché sento voi, che mi incitate, in quel finale di gara che è la parte più spettacolare.

 

Non posso fare a meno di sorridere, con l’energia che mi trasmettete, perché so che a brevissimo taglierò questo traguardo e brinderemo insieme!

 

Finita la base della pittura, montati i sanitari e  completate le piastrelle.

Oggi si posa il parquet!!

parquet piallato rovere

(altro…)

[Top]

Aggiornamenti dal fronte/Caterina

Lo so, lo so, sono una pessima persona!!

Ma in questo periodo, di inizio primavera, con il sole che ha quel colore così seducente, con il lavoro che mi pressa da ogni angolo, con la sonnolenza che si unisce al desiderio di passeggiare e leggere e non far nulla… come si fa ad essere precise?

Ci provo, lo giuro!!

Ma ogni volta che penso di scrivere mi vengono in mente i post che arriveranno fra pochissimo, con tutte le foto di Caterina FINITA!!

E mi emoziono.

E mi perdo in voli pindarici.

E mi ricordo di chiamare i parquettisti.

 

Proprio per dimostrarvelo ecco un pò di aggiornamenti di Caterina.

Lo premetto: in ordine sparso e senza un filo logico se non la casa che AVANZA!

Solo per voi….

… prove colori, avanzamento lavori, idee di complementi d’arredo… un minestrone esclusivo!

Venghino siori, venghino!!

vl 007

(altro…)

[Top]

Specchio specchio delle mie brame…

Ancora un giovedì (e la settimana che finalmente volge al termine)!

Oggi parliamo di un argomento che amo particolarmente.

SPECCHI!!

Chi di voi non si è trovato con un vecchio specchio fra le mani, a domandarsi cosa farne?

Chi di voi non ha invece passato notti insonni a decidere quale specchio mettere in bagno o quale sarebbe stato meglio in camera da letto?

(altro…)

[Top]