Prima e dopo: ristrutturare il bagno…

Lo scorso gennaio ho guardato negli occhi mio marito e gli ho detto: ‘O ristrutturiamo il bagno ora o non lo faremo mai più’.

Quando mi sono trasferita nella casa dove abitiamo, ho fatto solo i lavori strettamente necessari e mi sono subito trasferita.

Il bagno non era fra questi.

Obiettivi: sostituire la vasca con la doccia e creare un armadio/lavanderia all’ingresso, oltre ad eliminare le orribili piastrelle marroni scelte negli anni ’70.

Abbiamo così iniziato a girare i rivenditori di ceramiche e sanitari per trovare una soluzione con un buon rapporto di qualità, design e prezzo.

Ecco il bagno PRIMA…


bagno 001

bagno 007

bagno 003

bagno 006

Sabato finalmente abbiamo iniziato le demolizioni. In una giornata sono scomparsi la vasca, i sanitari e le piastrelle…

bagno 008

Ma la grande sorpresa è stata la parete di destra!

Una parete divisoria risalente all’origine del palazzo (fine 1800) completamente in tufo laziale: tre grandi blocchi e due ricorsi di mattoni e così via.

bagno 014

bagno 013

Per me è stata una grande emozione. Un incontro con la storia.

E’ proprio vero che chi cerca trova ma chi non cerca… a volte trova dei veri tesori!!

Dopo lunghe (e difficili) riflessioni abbiamo deciso che la lasceremo a vista.

Era già previsto che su quella parete non ci fossero i sanitari, naturalmente la tratteremo con dei prodotti appositi, traspiranti e non siliconici, per evitare che si impregni di acqua ed umidità formando muffe oppure che sfarini.

Io riesco già ad immaginare il risultato finale, voi?

A presto con il DOPO!!